Ubicazione-storia
Locazione
Il residence è situato nel centro storico di Praga, solo a pochi passi dalla famosa strada dei Re, sotto le scale del Castello di Praga. Questa area è una delle più pittoresche parti della Piccola e tranquilla Cittàstorica. Rappresenta la migliore località per visitare le maggiori mete turistiche, da qui tutte raggiungibili a piedi. L'imponente Cattedrale di San Nicola è praticamente dietro l'angolo ed il famoso Ponte Carlo è solo a pochi passi più distante.

Distanza
2 minuti a piedi al Castello di Praga
2 minuti a piedi dal Ponte Carlo
10 minuti a piedi dal Quartiere Ebraico
15 minuti a piedi alla Piazza Vecchia
2 minuti a piedi dalla più vicina stazione dei tram "Malostranskè nàmesti" 5 minuti a piedi dalla più vicina stazione del Metrò "Malastranska" 20-30 minuti con il taxi (45 minuti con i trasporti pubblici) dall'aereoporto.

Come arrivare qui dall'aereoporto
Dall'aereoporto prendere il bus n.119 fino alla fermata di Dejvickà, poi il Metrò da Dejvickà alla fermata Malostranskà (2 fermate). Dalla fermata del tram Malostranskà prendere il n.12, 20, 22, 23 fino a Malostranskè namesti (1 fermata) e poi camminare fino alla via thunovska.
Servizio di trasferimento

Storia
Questo è un palazzo rinascimentale completamente ristrutturato costruito nel 1527. è situato in un'area esclusiva, giusto nel cuore del centro storico di Praga, la Piccola Città. Dopo il grande incendio di Praga, che bruciò e distrusse gran parte della Piccola Città, il palazzo fu ricostruito dalla famiglia Mayor. Il pittore danese Bartolomeo Sprangler, che apparteneva alla scuola di pittura del Rudolfino e che si legò alla famiglia Mayor in 1570, decorò la facciata del palazzo con bellissimi affreschi. Frammenti restaurati di questi affreschi possono essere ammirati ancora oggi.
In 1617, Lorenzo Maderle of Mansperk, esattore imperiale delle tasse, comprò il palazzo degli Sprangler ed i due adiacenti. Nel 1626, unì questi tre palazzi in uno solo, così come si prsenta ancora oggi. Nel 1645 l'imperatore Ferdinando III diede la sua protezione al palazzo come ringraziamento della fedeltà prestata alla corona durante la guerra. A nessun militare era concesso di sostare nelle proprietà dei Mayor. Un'altro beneficio imperiale era l'esenzione dal pagare le tasse. Per rendere questi privilegi visibili la famiglia Mayor era autorizzata ad esporre sul palazzo una bandiera con l'acquila dell'impero ed avere questa insegna dipinta sul muro.